GLI AMANTI, Arcano della scelta e della saggezza…

Questa carta indica l'incertezza di un uomo di fronte ad una scelta tra due donne. Il Cupido in alto mostra che si tratta di una scelta d'amore. Ma si può riferire anche al senso generale del termine, una scelta qualunque, una decisione o un'esitazione. Le mani del personaggio principale si appogiano sull'addome della donna più giovane e più bella perché è più attirato visceralmente da lei. A sua volta lei tocca al livello del petto. Tuttavia, è la donna più vecchia che guarda. Lei è dunque la scelta della ragione e della serenità mentre la giovane donna è la scelta del cuore e della passione.
Conla mano sinistra sulla spalla dell'uomo e la mano destra sulla sua anca, pensa di essergli di guida. Se opta per lei, potrà approfittare della sua saggezza.

Questa rappresentazione incarna anche l'antico concetto esoterico secondo il quale gli opposti si balanciano e non possono sussistere da soli. L'unione si raggiunge proprio grazie alla fusione e all'equilibrio di opposti ed è sovente rappresentata da una terza figura sulla carta, ad esempio un angelo, Cupido o una vecchia saggia.

Se tiriamo questa carta, vuol dire che siete giunti ad un momento cruciale della vostra vita. Se pensate all'amore, al matrimonio e al romanticismo, potreste presto vedere realizzati i vostri sogni. Ma ciò che dobbiamo soprattutto ricodare di questa carta è che niente si ottiene senza equilibrio, questa carta testimonia sia le energie maschili che quelle femminili. È questa ricerca d'equilibrio che vi permetterà di andare avanti più sicuri di sé.

Gli Amanti rovesciati indicano problemi dovuti al desiderio di dominazione, insicurezza e gelosia. C'è il pericolo che la vostra relazione finisca a causa di una possessività eccessiva e dell'incapacità di dare fiducia al vostro partner.

Potrei dire moltissime cose su questa carta talmente è rappresentativa del rapporto umano e dell'amore ma non è il mio obiettivo. Il mio obiettivo è quello di condividere con voi il senso dato alle carte secondo la loro rappresentazione ed il loro tiro per permettervi di capire come funzionano i Tarocchi.

I Tarocchi Dorati di Klimt…

È un gioco realizzato da Atanas Atanassov, pittore poetico bulgaro, ispirato al pittore simbolista austriaco Gustav Klimt (1862-1918). Quest' ultimo è membro del movimento Style Liberty e della Secessione di Vienna. Creatore di composizioni, di personaggi, di temi allegorici, nudi, ritratti, decoratore, è un artista poliedrico.

Atanas Atanassov lavora dal 1993 per la casa editrice italiana "Lo Scarabeo" per la quale ha realizzato parecchi tarocchi: i Tarocchi Bosch, i Tarocchi Mantegna, i Tarocchi degli Zar, gli arcani minori dei Tarocchi Leonardo, i Tarocchi di Botticelli ed i Tarocchi di Klimt di cui vi parlo in quest'articolo.

In questi tarocchi certe carte come gli Amanti o l'asso di bastoni rappresentano rispettivamente il Bacio e la speranza di Klimt. Le altre carte non fanno direttamente riferimento alle opere specifiche del pittore.

Come per i quadri di Gustav Klimt ed il suo periodo dorato, Atanas Atanassov ha rispettato il carattere predominante dell'oro sulle carte a parte la pelle dei personaggi che è più pallida, più grigiastra ma più luminosa.

Dalle carte di Atanassov si libera una certa malinconia, caratterizzata dalle espressioni cupe dei personaggi. Rappresenta anche la fragilità e la vulnerabilità dell'uomo attraverso la magrezza dei suoi personaggi.

Nell'insieme la gamma di colori di Atanassov si avvicina ai colori autunnali (marrone ed ocra) segno di maturità delle cose che si spengono per rinascere. Invece, la gamma di colori di Klimt, si avvicina piuttosto ai colori primaverili con il rosso ed il verde che sono più saturi, sinonimo della natura in piena fioritura, in piena evoluzione.

Klimt è un artista che mi piace molto per l'attenzione che porta ai dettagli nelle sue opere, e per l'equilibrio che sa dare nello squilibrio (sproporzioni dei personaggi, sovrabbondanza delle dorature). Malgrado la disperazione che esprimono le sue opere, la composizione che avvolge i suoi personaggi è piena di colori e piccole forme che ci produce un sentimento di festa, di goia, e di vitalità. In sintesi questo contrasto emozionale rende il suo lavoro poetico e raffinato, che l'autore Atanass Atanassov ha saputo rispettare nella sua trascrizione.

L’APPESO, Arcano del sacrificio…

Parole chiave : Dono di se stesso, abnegazione, attesa, solitudine, meditazione.

L'Appeso è l'arcano più spirituale dei Tarocchi.

A testa in giù, ha i capelli che toccano quasi terra. Sembra giovane, con una corpulenza paffuta. Ciò evoca benessere materiale e generosità.

Il suo piede sinistro che è legato ad una corda per il tallone simboleggia la nostra fragilità e vulnerabilità (il tallone di Achille).

La gamba opposta è piegata come a formare una croce, quasi a mantenerlo in equilibrio, vista le posizione scomoda che tiene.

I suoi vestiti sono di color rosso, blu e giallo, i tre colori fondamentali che simboleggiano le energie creatrici.

A verderlo in questo modo ci fa pensare ad una sofferenza, a un dolore, ad un sacrificio.

L'appeso ha le mani dietro la schiena, immobili, si pensa che siano legate. È una persona che non può difendersi, come se volesse sacrificarsi, come se avesse delle pene da scontare. Questa carta ci dice che è il momento di fermarsi e di riflettere.

Ci incita a staccarsi dal mondo materiale per entrare nel mondo spirituale, un mondo fatto di cose reali ma non materiali. Dobbiamo togliere tutto cio che è terreno come i desideri impuri. È una carta che ci rende più elevati.

A livello sentimentale l'appeso rappresenta una persona che vede l'amore in modo troppo romantico, forse quasi irrealizabile. È una persona sopra le righe che può ottenere tanto se si sacrifica per la persona che ama. Non può ottenere la persona che ama sensa fatica. A livello economico, deve essere parsimonioso.

È una lama positiva. I cambiamenti, anche se in apparenza negativi, possono risultare positivi se ci si rimette in questione e si è pazienti.